INDENNITA’ DI RESIDENZA

L’indennità di residenza è dovuta alle farmacie rurali che presentano i requisiti previsti dalla legge regionale n. 1/1997

Le domande, da presentarsi a norma dell’art. 4 della legge n. 221/1968, devono essere inviate alla competente ASL entro il 31 marzo degli anni pari e corredate dai seguenti documenti:

- un certificato rilasciato dal Sindaco attestante la popolazione al 31 dicembre dell’anno precedente, ai sensi della legge n. 40/1973;

- una dichiarazione del Sindaco attestante che la farmacia è aperta al pubblico;

- per i soli richiedenti l’indennità stabilita in base al volume d’affari, gli interessati devono presentare, entro il 28 febbraio di ogni anno, anche una dichiarazione rilasciata dalla competente ASL attestante l’importo complessivo lordo dei farmaci dispensati in regime SSN nell’anno precedente. La determinazione del fatturato annuo al fine dell’ottenimento dell’indennità in oggetto può essere autocertificata in carta libera secondo le vigenti disposizioni di legge, sulla base delle distinte riepilogative dell’anno precedente. Tale autocertificazione sostituisce a tutti gli effetti la certificazione ASL, e va allegata alla documentazione diretta all’ottenimento dell’indennità. Il ricorso all’autocertificazione, oltre a semplificare la procedura, riduce i tempi amministrativi per il disbrigo delle pratiche. Chi non volesse avvalersi dell’autocertificazione può ottenere la certificazione del fatturato annuo dall’ASL dietro richiesta in bollo da €. 16,00.

Il modello di richiesta di sconto ex art. 2 della legge 28 dicembre 1995, n. 549 va allegato alla distinta contabile riepilogativa delle ricette di gennaio.

Si consiglia sempre di procedere alla consegna contestuale della domanda e della richiesta di sconto ex art. 2.

MODULI DA SCARICARE:

Aggiornamento indennità di residenza 2016

Farmacie aventi diritto alla sola indennità di cui all’art. 1 L.R. 1/97

Farmacie aventi diritto all’ indennità di cui all’art. 1 commi 1) e 3) L.R. 1/97

Sconto alle farmacie rurali art. 2 legge 28/12/95